045 8102902
Serve aiuto?

Implantologia

L’implantologia si occupa della sostituzione dei denti mancanti per mezzo di impianti, i quali possono essere utilizzati per sostituire un singolo dente (VEDI CASI CLINICI 16) o come pilastri per ponti fissi o ancora per l’ancoraggio di protesi mobili.

I criteri che definiscono il successo di un intervento implantologico (ossia assenza di dolore persistente in situ, assenza di infezione ricorrente, assenza di mobilità dell’impianto) sono gli obiettivi primariamente perseguiti che stanno alla base del nostro operare. Quanto al resto nel nostro studio è garantito l’utilizzo dei materiali più innovativi; le tecniche e i protocolli operativi più idonei sono ottimamente padroneggiati dalla nostra competente équipe medica nella figura professionale del Prof. Massimo Albanese, Ricercatore Universitario presso l’Università degli Studi di Verona, Medico Chirurgo Specialista in Chirurgia Maxillo-Facciale.

La riabilitazione di uno o più elementi dentari mediante implantologia prevede infatti per ogni singolo caso da trattare un approccio multidisciplinare che coinvolge tutte le figure professionali che lavorano nel nostro studio (igienista, parodontologo, ortodontista, protesista, chirurgo). Parte del successo di una riabilitazione implantare risiede innanzitutto nel corretto inquadramento dello stato di salute dentaria del paziente e successivamente nell’elaborazione del miglior progetto riabilitativo.

COSA SONO GLI IMPIANTI?

Gli impianti dentali più usati, sono delle viti di titanio, che vengono inserite nell’osso della mandibola o della mascella per sostituire dei denti mancanti. Con un processo detto osteo integrazione, il tessuto osseo si lega intimamente all’impianto. Questa operazione necessita di un periodo di circa quattro/sei mesi trascorso il quale l’impianto può essere utilizzato a seconda del caso, per sostituire uno o più denti o come supporto per protesi mobili. La progettazione per l’inserimento degli impianti parte dalla realizzazione di una simulazione in cera del risultato protesico definitivo su modelli in gesso, ausilio che consente al paziente di visionare concretamente la proposta riabilitativa. La fattibilità del posizionamento dell’impianto all’interno dell’osso è valutata preventivamente mediante l’esecuzione di indagini radiologiche (OPT. TC Denta Scan), che quando necessario hanno anche la finalità di consentire la creazione di bite chirurgici che guidano il chirurgo durante il posizionamento dell’impianto aumentandone la precisione di inserimento (chirurgia guidata). Lo studio infatti dispone dei più moderni ritrovati in ambito di tecnologia informatica dentale per la progettazione “virtuale” dell’iter riabilitativo. Tecnicamente gli impianti si inseriscono tramite un piccolo intervento chirurgico in anestesia locale. Si procede ad incidere la gengiva per esporre l’osso nel quale viene eseguito un foro per posizionare l’impianto prescelto. L’osso viene forato con una fresa apposita. Dopo aver inserito l’impianto, la gengiva viene suturata. Trascorso il periodo di osteo integrazione, a seconda della tecnica utilizzata, può essere necessaria una piccola incisione nella gengiva per scoprire l’impianto prima di essere utilizzato come sostegno per protesi fissa (corone o ponti) o come ancoraggio per una protesi mobile.

La tecnica descritta può subire variazioni in funzione di alcune condizioni biologiche che, quando presenti, consentono di protesizzare immediatamente l’impianto appena posizionato con l’elemento protesico provvisorio. Inoltre in condizioni di edentulia totale mandibolare e/o mascellare l’equipe chirurgica dispone delle competenze per l’applicazione della tecnica “All on 4” della Nobel Biocare che consente il ripristino della masticazione fissa “full arch” con l’impiego di soli 4 impianti per arcata.

GLI IMPIANTI SONO ADATTI AL MIO CASO?

Nei casi in cui manchino uno o più denti, i requisiti principali per chi pensa alla soluzione implantologica sono: una sufficiente quantità di tessuto osseo, una situazione di buona salute e di gengive sane.

Le persone che considerano l’idea di mettere degli impianti devono essere seriamente motivate, in quanto il loro successo e la loro durata dipendono molto da una scrupolosa igiene orale quotidiana e da visite di controllo regolari. Il dentista potrà valutare se gli impianti sono adatti al curando caso per caso, mediante visita accurata, radiografie TC dei mascellari e modelli di studio.